Dream On

Just another WordPress.com weblog

Viaggiare… in moto! Ma viaggiare..

Posted by manrico su martedì, 24 giugno, 2008

Salire in sella; girare la chiave; impugnare il manubrio: start. Il motore parte, un po’ accelerato, è ancora freddo. E’ un bel rumore, un po’ incerto, ma solo un po’.. Poi il casco, prima una mano passata sui capelli, così da lasciarli il più possibile composti alla fine. I guanti, mentre si comincia a sentire il buon odore di benzina combusta.. già infilandoli si sente l’emozione, di lì a poco si parte! Prima una mano, muovendo le dita affinché aderiscano bene, poi l’altra. Sono di pelle, è una bella sensazione. Un ultima controllata se tutto è a posto. Di nuovo mani sul manubrio, ora il motore è pronto. Frizione, giù col piede sinistro sul cambio, è la prima.. leggera accelerata e via!
Ma non bruscamente, in relax. Se vuoi c’è tutta la potenza che desideri, ma non vuoi, cerchi di sfruttarla in un altro modo, man a mano che sali di marcia. Quello che vuoi è il relax, goderti il viaggio e la moto.
Scioccamente non indossi il giubbetto con le protezioni, ma sarebbe altrettanto sciocco con il caldo che fa.
La strada è libera, è mattina, si alterna ala luce del Sole, l’ombra delle case prima; degli alberi poi, e dei grandi rami che attraversano sopra la strada. Si muovono, ondeggiano; tira una leggera brezza, ti passa sulla pelle, tra i peli, ti accarezza. Brividi, di caldo al Sole, di un piacevole fresco tra le curve all’ombra. Davvero una piacevole altalena termica che ti fa ‘sentire’ ancora di più il viaggio. I vestiti si muovono, le parti più esterne si scuotono un po’ in velocità, neanche tanto elevata: quello che voglio è il relax, godermi il viaggio.
Una leggera inclinazione per affrontare la curva, a destra, a sinistra.. e moto che va, fluida, costante come sui binari. Il fruscio si fa sentire all’interno del casco, non è fastidioso, appena tenue, senti ancora bene i rumori esterni, sono solo più ovattati. Rumori esterni.. sembra di essere all’interno di un abitacolo, come un pilota o un astronauta.. invece si è completamente a contatto con il mondo esterno, con la natura..
Il rumore del motore, mai brusco, cresce, sale, rallenta, sembra cullare.. questo è viaggiare come piace a me!

Manrico

“Sì viaggiare
evitando le buche più dure,
senza per questo cadere nelle tue paure
gentilmente senza fumo con amore
dolcemente viaggiare
rallentare per poi accelerare
con un ritmo fluente di vita nel cuore
gentilmente senza strappi al motore.
E tornare a viaggiare…”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: